“Stanchezza”

Quello che c’è in me è soprattutto stanchezza non di questo o di quello e neppure di tutto o di niente: stanchezza semplicemente, in sé, stanchezza. La sottigliezza delle sensazioni inutili, le violente passioni per nulla, gli amori intensi per ciò che si suppone in qualcuno, tutte queste cose – queste e cio’ che manca in esse eternamente – tutto … Continua a leggere

L’ anarchico Pessoa

I know not what tomorrow will bring… Ritorna in libreria “Il banchiere anarchico” di Fernando Pessoa, un racconto lungo, nel quale si rintracciano le idee principe dello scrittore e poeta portoghese, considerato tra i massimi del novecento. Pessoa nacque anarchico, ma, nel corso della vita, dovette aggiornare la propria posizione libertaria di carattere assoluto, facendo i conti con la realtà, … Continua a leggere

Borges e l’amicizia

“L’amicizia” Non posso darti soluzioni per tutti i problemi della vita.  Non ho risposte per i tuoi dubbi o timori, però posso ascoltarli e dividerli con te. Non posso cambiare né il tuo passato né il tuo futuro. Però quando serve starò vicino a te.  Non posso evitarti di precipitare, solamente posso offrirti la mia mano perché ti sostenga e … Continua a leggere

Le parole contano

Il regista di Palombella rossa, qualche tempo fa, ebbe a sentenziare che “le parole sono importanti”. Ora, accade che qualche studioso di comunicazione abbia attinto a questa verità per affrontare il problema del linguaggio da un punto di vista scientifico. L’operazione ci convince poco, perché non attribuiamo al Savonarola del vecchio PCI una grande esperienza al riguardo.  Già. Nanni Moretti … Continua a leggere

Filosofi e Zingari

“A ventanni, giurai a me stesso di essere fedele alla mia giovinezza”. “Gli uomini ? Più che alla vita, sono attaccati ai suoi bisogni !”(Drieu La Rochelle) Fin da piccolo mi accorsi di essere attratto da due tendenze o correnti filosofiche che parevano tra loro opposte o contrastanti: il pessimismo cosmico ed un allegro edonismo.Leggerezza e catastrofismo. Col crescere e … Continua a leggere

I grandi spiriti

Se non andiamo errati era Niccolò Machiavelli che la sera, al termine della sua giornata di lavoro, smessi i panni della fatica, s’intratteneva in piacevole colloquio con qualche grande spirito dell’antichità, per rinnovare ed arricchire il proprio animo, immerso fin troppo nelle dure tempeste della politica e nelle inevitabili compromissioni delle relazioni interpersonali, nelle ore precedenti. Ma tutti capiscono la … Continua a leggere

Il pene nell’astuccio

Scusate l’irriverenza del titolo, ma non c’è altro modo per ricordare che al mondo esistono ancora tribù primitive da farci dubitare dell’evoluzionismo e della solidità delle teorie di Darwin.   In Papua esistono ancora le tribù dei Dani, che vanno in giro con il proprio membro racchiuso in un astuccio di forma conica rovesciata (chissà perché?) a dimostrazione del fatto che, … Continua a leggere

L’amante invisibile

"Quando si viva così allucinati da coincidenze, da ispirazioni repentine, condotti come per mano a divinazioni trasognate, arriva il momento quando basta osare, darsi appena una spinta, e si entra nella più totale, sontuosa follia, ci si allucina, finché, ecco, compare Lei, la donna di sogno, l'angelicità"  (Elemire Zolla) Da L'amante invisibile di E. Zolla (Marsilio, ed.), traggo questa frase … Continua a leggere

Giornalisti &c.

Non abbiamo nulla contro l'ordine dei giornalisti. Com'e'nor male in Italia si tratta di una delle tante corporazioni, sopravvissute al crollo del regime fascista. Che continui ad esistere ci pare però esagerato. Un paio d'illustri  esempi valgano per tutti.  Alberto Moravia, scrittore già affermato, fu scostretto negli anni sessanta a sottoporsi all'esame per essere iscritto all'albo ed altrettamto avvenne per un intellettuale raffinato ed … Continua a leggere

IL RIBELLE

Quest'ultimo libro del grande contestatore, Massimo Fini, costituisce un atlante ragionato dei temi più importanti della cultura del nostro tempo, vista con le lenti del passato, che ancora dura nel presente, e la speranza di una possibile salvezza per il futuro, liberato dal peso dei pregiudizi. Un'opera che si legge facilmente, nonostante i concetti espressi siano piuttosto elevati. Un'esposizione articolata con pensieri … Continua a leggere